Cos'è il Green Stick?

La práctica de la técnica del Green Stick comenzó hace muchos años en Japón, luego fue exportada a Norte América, y de allí pasó a Hawai, donde se ha convertido en la práctica más habitual por su efectividad y por ser tremendamente emocionante y divertido. En el mundo de la pesca extrema, los capitanes y patrones más experimentados del mundo han comenzado a ponerlo en práctica, especialmente en Costa Rica, el Caribe y las Bahamas.


Questa tecnica è molto simile a quella usata molto tempo fa in Indonesia con un aquilone, poiché la base del sistema è praticamente la stessa: sollevare la lenza in modo che il pesce non rilevi la sua crepa nell'acqua, nel colore o nella scia. Il pesce viene poi appeso all'aria ad una certa distanza dalla barca, per dargli l'aspetto di una vera e propria creatura vivente che fugge saltando.
La pratica del Green Stick è simile, tranne per il fatto che, invece di un aquilone, viene utilizzato un albero lungo abbastanza alto per alzare il filo e le esche, e abbastanza duttile e robusto da piegarsi fino a limiti incredibili e attutire i forti urti dei morsi di tonno.
 
Il Green Stick è associato all'ecologia della pesca sostenibile in quanto è forse la più selettiva di tutte le pratiche e tecniche di pesca conosciute, limitando le catture ai grandi tonni che si nutrono in superficie dopo essere stati convenientemente eccitati, e anche utilizzando esche artificiali e non esche vive o congelate. Allo stesso tempo, questa tecnica elimina le catture accidentali e accidentali di specie come tartarughe, delfini, squali, ecc.

Il nome di Green Stick deriva dalla materia prima originale utilizzata da questi vecchi e saggi pescatori, il bambù, poiché nelle sue origini si usavano grandi e spesse canne di bambù. Oggi, e con l'arrivo di nuovi materiali, il bambù è stato sostituito da fibra di vetro e carbonio, e sono le materie prime più utilizzate per la costruzione del grande albero, in grado di elevarsi ben al di sopra della quota più alta della barca fino ad altezze di 15 metri per poter pescare a distanze di 200 - 300 metri dalla poppa.

Oggi il Green Stick si è evoluto a tal punto che è facile vederli con formati telescopici, con base molto spessa e fibra di carbonio, suddivisi in una serie di elementi intrecciati tra loro, con i tasselli o i giunti protetti da rinforzi metallici. Allo stesso modo che vediamo nelle canne telescopiche usate in qualsiasi tipo di pesca dalla riva.

Un altro incentivo che giustifica l'uso intensivo di Green Stick è che trasforma la tradizionale e professionale pesca del tonno in una vera e propria pesca sportiva, eliminando l'uso di esche naturali, vive o morte, e lo svantaggio di ottenerle e mantenerle in condizioni ottimali, poiché vengono montate solo esche artificiali.
Joomla SEF URLs by Artio

Premio al mejor producto 2019

Concedido a nuestro producto de ventresca y tarantelo ahumado en la feria gastronómica Ibérica Expo en Londres.

Muelle Pesquero, 18. Tarifa 11380. Cádiz | info@jcmackintosh.es | Tel: (+34) 659 170 154 | Desarrollo: Todo Tarifa | © JC Mackintosh

Al utilizar nuestros servicios, aceptas el uso que hacemos de las cookies. Ver Términos y Condiciones